Da rei confessi a fessi


Pubblichiamo la lettera dell’avvocato romano Massimiliano Gabrielli che interviene sulla spinosa questione del tempio crematorio di Biella (leggi qui)

Gentile direttore,

“Ho letto la richiesta di archiviazione e c’è da infuriarsi davvero, la Procura di Biella sostiene nero su bianco l’esistenza del delitto perfetto, si conoscono i colpevoli, si individuano con esattezza decine di reati aberranti, perpetrati per mesi contro la pietà dei defunti, salvo poi affermare che non si potrà mai sapere chi siano le vittime e che non esistono parti offese! Una formidabile difesa preventiva confezionata per i Ravetti, qualcuno ha però dimenticato che a questi signori sono stati sequestrati 350kg di resti umani tra i rifiuti e che sono tutti rei confessi, eppure qui sono i familiari che si vorrebbe far passare per fessi…

Senza dimenticare le 16 tonnellate di zinco rimosse dalle bare e smaltite illegalmente, altro che solo 7 bare violate!

Giusto dunque opporsi senza esitazione ad una richiesta di archiviazione del tutto incomprensibile affinché trovi giusta e naturale prosecuzione il procedimento penale avviato da 500 famiglie in attesa di tutela e verità”

Massimiliano Gabrielli, avvocato in Roma

Ti potrebbe interessare quest’articolo (leggi qui)

Leggi qui le ultimissime novità sul tempio crematorio

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.