Forno Crematorio degli orrori – INCONTRO TRA FAMIGLIARI ASSISTITI DA CONDACONS E CONSULENTI SCIENTIFICI

scandalo Socrebi - tempio crematorio di biella
Dal momento della notizia del sequestro dei carabinieri al Tempio crematorio di Biella; sono centinaia le persone che si sono immediatamente rivolte alle forze dell’ordine prima ed ai legali poi, per richiedere informazioni, sapere come tutelarsi, quali sono le procedure e come possono accertare se effettivamente i resti dei propri cari sono contenuti nelle urne cinerarie che la Socrebi ha consegnato loro. Le domande sono tantissime ma in quasi tutti i casi ruotano attorno alla legittima pretesa di avere notizie più dettagliate sulla vicenda tuttora in fase di indagini preliminari, sapere fino a che punto sono coinvolti personalmente con i propri familiari nello scandalo.

L’avvocato Alessandra Guarini, dal canto suo, dopo esser stata coinvolta nel caso da molti biellesi, è stata ingaggiata anche dal Codacons, e visti i numeri delle richieste di assistenza che stanno arrivando ogni giorno tramite l’associazione, sta operando per i nuovi mandati solo attraverso la struttura del Codacons, fruendo così del supporto degli avvocati Annalisa Sola e Stefania Gruppallo della sede di Biella, Vercelli e Gattinara, ma anche delle altre sedi di Codacons sul territorio e della intera organizzazione nazionale, visto che la vicenda coinvolge ben tre regioni (Piemonte, Valle D’Aosta e Lombardia). Il costo del tesseramento Codacons (50 euro) serve a sostenere i costi della iniziativa legale fruendo delle strutture e sedi della associazioni, e garantire l’assistenza alle indagini dei consulenti scientifici e investigatori coinvolti da Codacons nel caso.

Gli avvocati hanno già incontrato e ricevuto il mandato da centinaia di famigliari e predisposto dei moduli informativi per consentire agli assistiti di ricevere una dettagliata conoscenza di quanto è avvenuto e di quello che comporta la vicenda investigativa dal punto di vista di possibili accertamenti sulle ceneri dei loro cari, sulle procedure da seguire, sui possibili sviluppi processuali e relative iniziative da parte delle parti offese, sia in tema di tutela penale che risarcitoria.

Inoltre è in corso l’organizzazione a breve di un incontro collettivo a Biella con la partecipazione dei consulenti scientifici, investigatori ed avvocati incaricati da Codacons, con tutti gli assistiti della associazione che vorranno intervenire per avere maggiori a più aggiornate notizie.

Per tenervi al corrente su queste iniziative, iscrivetevi alla newsletter e seguite il ns blog. cliccando sul pulsante qui a lato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.